Quella certa incertezza. Sicuri che nell’instabilità non si celi il seme del cambiamento?

Immagina la foresta tropicale, circa 3 milioni di anni fa: vegetazione fitta, alta circa mezzo metro. E immagina una scimmia che è scesa dagli alberi e che si aggira nella selva alla ricerca di cibo. Procede a quattro zampe, com’è abituata a fare, com’è nella sua natura.

Ad un tratto sente qualcosa dentro, un istinto: vuole guardare più lontano, cerca una prospettiva più ampia...

Dopotutto, domani è un altro giorno! Come evitare di cadere nella trappola della procrastinazione.

Se fai parte del club dei procrastinatori seriali, quelli che trovano sempre un’ottima ragione (o scusa) per rimandare a domani quello che potrebbero fare oggi, questo articolo potrebbe interessarti.               

Il procrastinare lo si può definire una forma di evitamento, che permette di non entrare in contatto con le proprie insicurezze, e con ciò che non ci piace fare. In questo modo si evita di affrontare una serie di preoccupazioni o di emozioni che ne derivano. 

Una giornata storta. Che fare quando la giornata comincia male?

Non c’è niente da fare: ci sono giornate che cominciano male. Ti alzi dal letto e pensi: “Come faccio ad arrivare fino a stasera?”

Magari fuori piove a dirotto. E tu pensi: “Noooo! Non ho proprio voglia di uscire là fuori!” O magari hai dormito male, forse perché rimuginavi su qualcosa che era successo il giorno prima.

Che storia ti racconti? - Openday Hoffman del 20 Maggio 2017

Il 20 Maggio 2017 l'Istituto Hoffman apre le porte per un evento più unico che raro.

Che storia ti racconti? è il titolo di questo Openday Hoffman, un'intera giornata che offrirà 2 workshop esperienziali gratuiti per esplorare la propria identità caratteriale attraverso un percorso terapeutico ed emozionale.

Sbagliando s'impera. Come rendere il fallimento un’occasione di crescita.

La paura del fallimento è tra le paure più “sentite” dall’essere umano e il fallimento è una delle esperienze che più si cerca di allontanare. Sbagliare è una ferita che brucia. E quando succede, quell’errore prende tutta la nostra attenzione, come se tutto il resto non esistesse. Perché? Perché mettiamo così tanta attenzione sui nostri sbagli?

L'ombra... Il lato di noi che teniamo nascosto

In tutti noi c'è una parte del carattere che si nasconde e che vive nell'ombra, un lato che non ci piace guardare, di cui ci vergogniamo e che, proprio per questo, agisce in maniera incontrollata creando conflitti interiori.
E' il lato meno gradevole e carino del nostro carattere che si manifesta quando siamo di cattivo umore - il cosiddetto “umor nero” - quando ci sentiamo arrabbiati, depressi o in colpa.

Ipocondria che mania. Il dolore del giorno… scusate il disturbo!

L’ipocondria può essere fonte di grande malessere: chi ne soffre è ossessionato dai sintomi, ha paura delle malattie e nonostante tutto, loro si manifestano. Nei casi peggiori, ogni giorno si può presentare un nuovo dolore o un nuovo disturbo.

L’ipocondriaco viene spesso chiamato malato immaginario, proprio perché...