una serata meravigliosa

Sabato 17 settembre alle 18.00 abbiamo aperto le porte di casa nostra e non solo...
Eravamo ancora in fervore e in movimento per i preparativi, per sistemare le ultime cose... i fiori per dare un tocco di colore, l'accensione delle candele per creare atmosfera, il buon cibo da terminare di preparare... il tutto con amore e con l’intenzione di creare qualcosa di bello, caldo, accogliente per voi.
E in un attimo siete arrivati e ci avete travolti con la vostra allegria, il vostro entusiasmo, i vostri abbracci e le vostre chiacchiere!
Al suono delicato del gruppo di archi che ha allietato la serata, abbiamo goduto tutti assieme dello spazio verde che ci circondava, almeno finché le nuvole in cielo non rimanevano solo un “pericolo” lontano. In quello spazio aperto, circondato dai campi di riso, di tanto in tanto il cielo veniva illuminato dalla luce dei lampi ed ecco... le prime gocce d’acqua a rinfrescarci la pelle.
Questo non ci ha fermato, non vi ha fermato: la pioggia ci ha portato a ripararci sotto i gazebo e in questa “formazione più unita” abbiamo sentito che era il momento di parlare a voi, di condividere con voi un pezzo nostro e del Metodo Hoffman.

Intuito ed Emozione... si, ci sentiamo di dire che questi due elementi hanno “mosso” la condivisione di Daniela e Giosè, rendendola così autentica, personale e toccante... L’energia creata in quel momento era speciale, la si sentiva persino sulla pelle, come se fosse qualcosa di tangibile... L'attenzione silenziosa di chi ascoltava, la voce emozionata di chi parlava, le gocce di pioggia che scorrevano sui volti in contrapposizione al calore del fuoco che stava nel mezzo e il suo scoppiettare, che accompagnava il silenzio in sottofondo. E da quello spazio delicato, la musica ha preso il sopravvento e con lei la danza attorno al fuoco.

“ Quelle sue feste scintillanti, abbaglianti, erano in me così vivide che ancora potevo sentire la musica e le risa tenui e incessanti provenire dal giardino, le macchine andare su e giù per il suo viale.”
Francis Scott Fitzgerald

La nostra forse non era una festa alla “Grande Gatsby”, ma ciò che è rimasto sì!
Ancora oggi sentiamo la splendida, frizzante ed amorevole energia che si è venuta a creare e quell’atmosfera di gioia, piacere e giovinezza pervade ancora casa. Da questo spazio vogliamo quindi ringraziarvi dal profondo del nostro cuore e... alla prossima!!!

1d510DSCF1876 copiaDSCF1915 copiaDSCF1927 copiaDSCF1964 copiaDSCF1972 copiaDSCF1987 copiaDSCF2037DSCF2046DSCF2122 copiaDSCF2140