relazioni

Autocompassione: una chiave per la felicità.

Autocompassione batte autostima 5-0

Per sentirci bene con noi stessi l'autostima non basta. Studi recenti hanno infatti dimostrato che praticare l’autocompassione è più semplice ed efficace che sviluppare l’autostima per almeno 5 motivi, e che, al contrario dell’autostima, l'autocompassione può divetare una chiave per la felicità e una valida base per superare momenti di crisi. 

Pazienza: meglio trovarla che perderla! Come sviluppare una qualità utilissima nelle situazioni spiacevoli.

Ci sono momenti nella nostra vita “da perdere la pazienza”, momenti in cui siamo costretti ad accettare una situazione senza poter fare niente. La fase dell’attesa ad esempio: mentre aspettiamo il risultato di un esame medico, una telefonata, la risposta dopo un colloquio di lavoro, il lentissimo caricamento di una pagina sul pc. 

Oppure quando ci troviamo per necessità in situazioni che non ci piacciono: contatto con persone sgradevoli, conflitto, fatica, malattia. 

  • Home